6 soluzioni innovative per coibentare la tua casa

  • Autore: SERGIO MARASTONI
  • 06 set, 2017
messa in posa di una guaina bituminosa

Mai come oggi un corretto isolamento della propria casa, oppure dei propri ambienti di lavoro,  consente di risparmiare sia in termini economici sulla bolletta mensile per il riscaldamento e il raffrescamento degli ambienti, sia di mantenere la corretta climatizzazione durante l’avvicendarsi delle stagioni.

Sul mercato esistono diverse soluzioni di coibentazione per abitazioni, le quali presentano caratteristiche diverse a seconda dei materiali. Cercheremo quindi di analizzare 6 tipologie di coibentazione per abitazione molto utilizzate nel settore edile, descrivendone le singole peculiarità, in modo tale da avere le idee più chiare per un’eventuale scelta futura.

1. I pannelli sandwich

2. I pannelli in finto coppo

Un particolare tipo di pannello sandwich è quello definito a finto coppo, il quale è specificatamente utilizzato per la copertura del tetto, e che si differenzia per la presenza all’esterno di un materiale plastico o metallico che imita la forma dei coppi e delle tegole di solito utilizzate per coprire i tetti delle case. Una soluzione che unisce il vantaggio dell’isolamento al risparmio economico sulla posa di ulteriori coperture.

3. Le tegole canadesi: una soluzione ideale per impermeabilizzare il tetto

Le tegole canadesi invece sono vere e proprie coperture per il tetto, che si caratterizzano per una elevata impermeabilità, dovuta all’applicazione di bitume sulla loro superficie. Leggera e versatile, la tegola canadese è anche eco-compatibile: infatti è composta da materiali inorganici, che vengono pressati in strati, fino a creare la forma della tegola.

4. Le guaine bituminose

Le guaine bituminose sono invece una soluzione classica per rendere il tetto o il proprio terrazzo perfettamente impermeabile. Disponibile in rotoli o fogli di varie lunghezze e altezze, la guaina si compone di uno strato di bitume che viene unito a fibre polimeriche, che la rendono elastica una volta riscaldata. La loro posa è semplice e immediata, anche se non permette la traspirazione alla superficie su cui viene applicata.

5. Le tegole di cemento: una garanzia di lunga durata

Leggere e di dimensioni ridotte, le tegole in cemento sono realizzate a partire da un impasto di sabbia e cemento, che le rende molto più durevoli rispetto a quelle in laterizio. Una soluzione che assicura una durata fino a 30 anni, nonché una resistenza maggiore alle intemperie.

6. Il poliuretano espanso

Il poliuretano espanso rappresenta un materiale isolante da abbinare alla posa di tegole per il corretto isolamento del tetto. Solitamente disponibile in formato di schiuma o pannelli, è un materiale molto duttile, capace di isolare qualunque superficie in modo semplice ed efficace. La possibilità di iniezione all’interno di intercapedini lo rende infine adatto anche all’isolamento di controsoffitti, pareti e tabelloni di mansarde e solai.
Autore: SERGIO MARASTONI 06 set, 2017

Mai come oggi un corretto isolamento della propria casa, oppure dei propri ambienti di lavoro,  consente di risparmiare sia in termini economici sulla bolletta mensile per il riscaldamento e il raffrescamento degli ambienti, sia di mantenere la corretta climatizzazione durante l’avvicendarsi delle stagioni.

Sul mercato esistono diverse soluzioni di coibentazione per abitazioni, le quali presentano caratteristiche diverse a seconda dei materiali. Cercheremo quindi di analizzare 6 tipologie di coibentazione per abitazione molto utilizzate nel settore edile, descrivendone le singole peculiarità, in modo tale da avere le idee più chiare per un’eventuale scelta futura.
Autore: SERGIO MARASTONI 16 ago, 2017

Per quanto riguarda tutto il 2017, Il Governo ha stabilito e garantito ai cittadini di poter ancora usufruire di bonus e di agevolazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie, e in particolar modo per lavori di implemento dell’efficienza energetica di edifici privati, industriali, ma anche di uffici e condomini. Molto probabilmente gli incentivi fiscali verranno prorogati anche nella prima parte del 2018, e alcune amministrazioni comunali hanno promosso ulteriori sgravi e benefici per tutti coloro che vogliano rendere i propri fabbricati più efficienti a livello energetico, al fine di risparmiare risorse preziose e inquinare di meno l’ecosistema.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono tali agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni di privati e imprese, e come questi si suddividono in base alle tipologie di interventi effettuati.
Autore: SERGIO MARASTONI 07 lug, 2017

Dal momento in cui è stato dimostrata la nocività dell’amianto, molte aziende propongono appositi servizi di bonifica e di smaltimento, con costi che variano a seconda delle tecnologie impiegate e delle metrature da rimuovere. Ma come scegliere una ditta affidabile e che operi nel pieno rispetto delle normative di legge?

In primo luogo è bene conoscere quali sono tutti i passaggi burocratici per il corretto smaltimento dell’amianto. Una volta consci dell’intero processo, potrete scegliere l’azienda migliore dopo aver richiesto una consulenza preliminare.

Di seguito quindi troverete elencati tutti i procedimenti, burocratici e logistici, che una ditta di bonifica di amianto deve effettuare per svolgere il proprio mestiere nel rispetto delle leggi.
Share by: